News lavoro – Ats Sardegna: convenzione per assumere categorie protette – Lavoroperdisabili.it – Ats Sardegna: convenzione per assumere categorie protette

L’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro (ASPAL) e l’Azienda per la tutela della salute (ATS) hanno stipulato una convenzione per il programma biennale di acquisizione, su tutto il territorio regionale, di unità di lavoratori appartenenti alle categorie tutelate dalla legge n.68/99.

La convenzione durerà 24 mesi e la copertura dei posti di lavoro sarà garantita anche mediante nuove assunzioni, che seguiranno una ricognizione del personale già in servizio presso l’ATS che possa essere computato fra le categorie protette e il riequilibrio territoriale delle eventuali scoperture di unità di categorie protette rispetto alle percentuali di cui alla normativa vigente. Sorgente: Ats Sardegna: convenzione per assumere categorie protette – Olbia.it

News Lavoro – Disabili al lavoro: opportunità per l’azienda – Lavoroperdisabili.it – Disabili al lavoro: opportunità per l’azienda

Avere dei colleghi di lavoro con disabilità determina ricadute positive su tutti i dipendenti: i due terzi dei manager italiani (65,2%) ne sono convinti. È uno dei dati che emerge dall’indagine promossa da Aism (Associazione italiana sclerosi multipla), Prioritalia, Manageritalia e Osservatorio Socialis, condotta da AstraRicerche e presentata stamattina nel convegno “Disabilità & Lavoro – La sfida dei manager” svoltosi a Roma, in occasione dell’avvio della partnership istituzionale tra Aim e la fondazione Prioritalia.“Il nostro obiettivo di portare il contributo dei manager anche fuori dalle aziende per dare slancio all’innovazione sociale esce rafforzato dalla loro gestione della disabilità come normalità con vantaggi per la produttività e il benessere di tutti” ha affermato Marcella Mallen, presidente Prioritalia. “Diffondere queste pratiche sul lavoro e contaminare la società, prima di tutto culturalmente, è il prossimo passo che svilupperemo insieme ai tanti nostri alleati a partire da Aism”.“Il nostro obiettivo comune sarà quello di mettere in campo una serie di iniziative per valorizzare diversità e disabilità, promuovendo insieme progetti che rispondano alle necessità delle aziende e dei loro dirigenti: sviluppare competenze manageriali nuove per un mondo che cambia velocemente” ha spiegato Mario Alberto Battaglia, presidente della Fondazione italiana sclerosi multipla.

Sorgente: Disabili al lavoro: opportunità per l’azienda

Corso di Manutentore Ferroviario GRATUITO categorie protette Legge 68/99 San Vitaliano (Napoli) – Lavoroperdisabili.it –

Corso di Manutentore Ferroviario GRATUITO categorie protette NapoliCorso di Manutentore Ferroviario GRATUITO categorie protette Napoli

Corso di Manutentore Ferroviario GRATUITO categorie protette Napoli! il corso è destinato a disoccupati e inoccupati appartenenti alle categorie protette (Legge 68/99) e aventi un titolo di studio di Istituto Tecnico/Industriale o esperienza nel settore della meccanica.
Obbiettivo del corso è quello di individuare e formare un manutentore ferroviario in grado di operare con uguale conoscenza, abilità e competenza su tutte le parti di sicurezza dei veicoli di trasporto su rotaia e delle infrastrutture ferroviarie con una spiccata vocazione alla manutenzione ordinaria e straordinaria.
Sede: Via Nazionale delle puglie, 283 – San Vitaliano (Napoli)
Per poter partecipare contattaci allo 081/5198556 oppure invia una mail a info@noesievolution.it

Offerte Di Lavoro – Corso di formazione totalmente gratuito + Stage Roma – Lavoroperdisabili.it – Corso di formazione totalmente gratuito + Stage Roma

Corso di formazione totalmente gratuito + Stage Roma

 Corso di formazione totalmente gratuito + Stage RomaSocietà di formazione accreditata dalla Regione Lazio. Cerca attualmente per un progetto di Formazione per persone Disoccupate e Iscritte alle Categorie protette Art.1. Si tratta di un corso di formazione totalmente gratuito + Stage presso aziende o enti con volontà di ospitare tirocinanti a titolo gratuito per il soggetto ospitante.

Gli interessati dovranno inviare il proprio cv all’indirizzo selezione@direzionelavoro.it

Ricerca & Selezione, Formazione e Gestione
Risorse Umane. Nasce dall’unione di un
gruppo di professionisti per offrire consolidate
esperienze acquisite in 10 anni di attività negli
specifici ambiti di riferimento.
E’ in grado di offrire i servizi su tutto il territorio
nazionale grazie ad una rete di professionisti
ed a presidi logistici in continua crescita e alla
partnership con Società specializzate nella
somministrazione del lavoro.rezione Lavoro è una Società specializzata in

News lavoro – Lavoro e disabilità: un convegno al salone Estense – Lavoroperdisabili.it – Lavoro e disabilità: un convegno al salone Estense

Lavoro e disabilità: un convegno al salone EstenseLavoro e disabilità: un convegno al salone Estense

La sezione provinciale di Aism, con il patrocinio del comune di Varese, ha organizzato un convegno dal titolo: «Lavoro e disabilità: strumenti e percorsi per l’inserimento e mantenimento del posto di lavoro». L’appuntamento è per il 5 maggio 2018 al salone Estense, in via Sacco 5.

L’inizio è previsto alle 9.00, con i saluti e l’introduzione al convegno, a cura di Davide Galimberti, Sindaco di Varese e Roberta Amadeo, Past President di AISM.

Il primo argomento ad essere affrontato sarà “Il collocamento mirato e le categorie protette” con Fabrizio Simonini, Responsabile Collocamento mirato della Provincia di Varese e Giuseppe Licata, Consigliere Delegato al lavoro, Provincia di Varese.

Sorgente: Lavoro e disabilità: un convegno al salone Estense

News lavoro – Lavoratore invalido, categorie protette e assenze per malattia – Lavoroperdisabili.it –

Lavoratore invalido, categorie protette e assenze per malattiaLavoratore invalido, categorie protette e assenze per malattiaLavoratore invalido, categorie protette e assenze per malattia –

Sono stato assunto come categoria protetta (invalidità lavoro 55%) (invalidità civile 70% dopo l’assunzione) nella P.A.. Le assenze per malattia dovute all’invalidità rientrano nel periodo di comporto? Attualmente sono in malattia per crisi depressiva, può l’ufficio richiedere visita collegiale per l’inidoneità alle mansioni e quindi chiedere il licenziamento anche ad invalido?

Con riguardo al primo quesito occorrerebbe per dare una risposta corretta individuare il corrispondente contratto collettivo del lettore e, quindi, localizzare il settore di impiegodello stesso nella Pubblica Amministrazione.

Si può, comunque, riferire – sulla base della regola generale, così come ordinata dall’orientamento della Suprema Corte di Cassazione – che, in caso di rapporto di lavoro instaurato con un invalido assunto obbligatoriamente per essere inserito nelle categorie protette, le assenze per malattia non possono essere computate ai fini del superamento del periodo di comporto se sono connesse alla sua specifica condizione della invalidità. Mentre se dipendono da altri eventi o malattie, il lavoratore con l’handicap è trattato alla pari di tutti gli altri dipendenti e può essere licenziato. E inoltre, le assenze dovute a malattie collegate con lo stato di invalidità non potranno essere computate nel periodo di comporto se il lavoratore, invalido iscritto negli elenchi indicati dalla legge n. 482 del 1968, sia stato adibito a mansioni incompatibili con le sue condizioni di salute. Ma quest’ultimo deve comunque dimostrare il nesso causale tra le mansioni e il danno alla propria salute che ne è conseguito (Cassazione civile, sez. lav., 12/04/2017, n. 9395).

Con riguardo poi al secondo quesito, solitamente nella Pubblica Amministrazione l’istanza per ottenere la visita medica collegiale del lavoratore può essere presentata sia da quest’ultimo che dal Superiore gerarchico.

Sorgente: Lavoratore invalido, categorie protette e assenze per malattia

News lavoro – Assunzioni Intesa Sanpaolo: posizioni aperte a maggio 2018 – Lavoroperdisabili.it –

Assunzioni Intesa Sanpaolo: posizioni aperte a maggio 2018 – Assunzioni Intesa Sanpaolo: posizioni aperte a maggio 2018Assunzioni Intesa Sanpaolo: posizioni aperte a maggio 2018 – L’Intesa Sanpaolo assume in Stage di 6 mesi profili professionali, da assegnare presso la Direzione Operations-Ufficio Legale di Milano in Lombardia. Si richiede la Laurea Magistrale in materie Giuridiche, una specifica capacità dei mercati finanziari e una fluente comprensione della lingua inglese sia scritta che orale [VIDEO].Sempre per l’area di Milano si selezionano in Stage di 6 mesi risorse esperte in veste di Cost Management Analyst ossia ”Analista della gestione dei costi” in possesso della Laurea in Ingegneria Gestionale o Economia Aziendale.Tuttavia, diviene un plus per gli indirizzi quantitativi.Mentre, per la sede di Roma in Lazio si richiedono soggetti Diplomati e Laureati, da collocare mediante il settore Professional Market Abuse, con una certa esperienza in controlli, mercati, titoli e una determinata abilità nel preparare e formulare attività anche articolate.Per le categorie protette si ricerca personale Addetto Bilancio Consolidato, da immettere in località Torino in Piemonte, con la Laurea in Discipline Economiche-Bancarie, padronanza della lingua inglese e conoscenza degli applicativi informatici di MS Office, meglio se in Excel, Access, Powerpoint.

Sorgente: Assunzioni Intesa Sanpaolo: posizioni aperte a maggio 2018

News lavoro – Contributi per favorire l’occupazione dei disabili – Incentivi per sostegno occupazione – Lavoro e formazione – Imprese – Regione Toscana – Lavoroperdisabili.it –

Contributi per favorire l'occupazione dei disabiliContributi per favorire l’occupazione dei disabili  – Sono attivi gli avvisi pubblici per l’utilizzo del Fondo regionale occupazione disabili nelle quattro aree territoriali toscane – Settore per i Servizi al Lavoro:Arezzo Firenze Prato Massa Carrara Lucca Pistoia Pisa Siena Grosseto Livorno Si tratta della possibilità per le imprese e per i datori di lavoro privati con unità operativa ubicata in Toscana di poter usufruire delle agevolazioni e degli incentivi per l’inserimento e l’integrazione lavorativa di soggetti disabili iscritti negli elenchi di cui all’art.8 della L.68/99.Le agevolazioni sono destinate anche alle imprese e ai datori di lavoro non obbligati ad assumere persone con disabilità ai sensi della L.68/99.Le tipologie dei contributi ammissibili e finanziabili riguardano le seguenti misure:spese sostenute per corsi di formazione individuali in azienda e/o azioni di tutoraggioadeguamento/trasformazione del posto di lavoro abbattimento barriere architettoniche/adeguamento locali apprestamento tecnologie telelavoro istituzione di un responsabile dell’inserimento lavorativo spese sostenute dalle Cooperative di tipo B, anche in collaborazione con le imprese e con Enti Pubblici per la creazione di posti di lavoro attivazione di un tirocinio finalizzato all’assunzione I contributi sono messi a disposizione delle imprese e dei datori di lavoro privati fino al 31/12/2018 salvo esaurimento delle risorse disponibili.

Sorgente: Contributi per favorire l’occupazione dei disabili – Incentivi per sostegno occupazione – Lavoro e formazione – Imprese – Regione Toscana

News Lavoro – Lavoro, incentivi per le aziende che assumono disabili – Lavoroperdisabili.it –

Lavoro, incentivi per le aziende che assumono disabili 

Lavoro, incentivi per le aziende che assumono disabiliLavoro, incentivi per le aziende che assumono disabili – Le aziende ed i datori di lavoro privati che hanno unità operative in Toscana e che intendono assumere lavoratori disabili potranno usufruire di agevolazioni ed incentivi. La Regione, in attuazione di due recenti e specifiche delibere, ha pubblicato gli avvisi pubblici per l’utilizzo del fondo regionale sull’occupazione a favore dei disabili relativamente alle aree territoriali: Arezzo, Firenze e Prato; Massa Carrara, Lucca e Pistoia; Pisa e Siena; Grosseto e Livorno.Le risorse disponibili, messe in campo dalla Regione, ammontano, nel complesso, ad oltre 5 milioni di euro per l’annualità 2018. I contributi sono messi a disposizione delle imprese e dei datori di lavoro fino al 31 dicembre prossimo, salvo esaurimento delle risorse disponibili.

“Le agevolazioni sono destinate anche alle imprese e ai datori di lavoro che non sono obbligati per legge ad assumere persone con disabilità – afferma l’assessore a lavoro, formazione ed istruzione Cristina Grieco – si tratta di un importante intervento di politica attiva che conferma una delle priorità della Regione, volta a sostenere, attraverso la combinazione di più tipologie di misure, la capacità d’inserimento professionale e l’ingresso nel mercato del lavoro delle persone con disabilità come strumento di promozione e di inclusione sociale”.

La specificità di questo provvedimento consiste, appunto, nel fatto che le agevolazioni possono essere usufruite anche dalle imprese e dai datori di lavoro che non sono obbligati ad assumere in base alla legge 68 del 1999.

Ad oltre 5 milioni ammonta il fondo a disposizione di questa misura. I contributi possono essere richiesti per le spese sostenute per corsi di formazione individuale in azienda e/o azioni di tutoraggio, per l’adeguamento o la trasformazione del posto di lavoro, l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’adeguamento dei locali, l’apprestamento delle tecnologie del telelavoro, per l’istituzione di un responsabile dell’inserimento lavorativo, per le spese sostenute dalle cooperative di tipo B (cooperative che si occupano della gestione di attività finalizzate all’inserimento lavorativo di persone svantaggiate in settori come industria, commercio, servizi e agricoltura, ndr) anche in collaborazione con le imprese e con gli enti pubblici per la creazione di posti di lavoro o l’attivazione di tirocinio finalizzati all’assunzione.

Sorgente: Lavoro, incentivi per le aziende che assumono disabili